Mosaico del genio delle acque |

Mosaico del genio delle acque

Luogo Ravenna

Le recenti indagini archeologiche effettuate nel 2011 in piazza Anita Garibaldi, a Ravenna, hanno consentito di portare alla luce una porzione di Domus con i resti di quattro ambienti pavimentati a mosaico. Particolarmente interessante è la porzione di mosaico in cui si riconosce l’unico elemento figurato che compare nei mosaici, la rappresentazione di un volto umano barbuto fantastico, forse identificabile con una divinità fluviale (foto 5 6). I tratti sintetici, forti, gli andamenti fluenti e sinuosi trasformano capigliatura e barba in curve e quindi in volute: dall’acqua, dal suo moto, sorge la vita.

Dei mosaici con motivi geometrici in bianco e nero che rivestivano gli altri tre ambienti restano solo lacerti. Un frammento è decorato con fiori bianchi a sei petali entro cornici esagonali bordate da trecce (foto 2 3 4). Un altro, che mostra tracce vistose d’un incendio, è caratterizzato da una composizione a ottagoni, losanghe e quadrati (foto 1).

Domus del genio delle acque. Planimetria dello scavo con i quattro ambienti ritrovati, realizzata da C. Negrelli

 

Approfondimenti
Informazioni generali

 

 
Sitografia
 
Bibliografia essenziale
  • C. Guarnieri, Nuovi tessellati da Ravenna, piazza Anita Garibaldi. Prime considerazioni, AISCOM XIX, 2014, pp. 255-260